Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
search slide
search slide
pages bottom

IPERSENSIBILITA’, CONSAPEVOLEZZA E CREATIVITA’

IPERSENSIBILITA’, CONSAPEVOLEZZA E CREATIVITA’

L’IPERSENSIBILITA’, in inglese Highly Sensitive (HS) è una caratteristica recentemente scoperta, che permette a chi ne è dotato, di elaborare le informazioni più profondo del solito. Questa caratteristica rende le persone più inclini a eccitazione neurologica, specialmente dopo l’esposizione a fattori di stress sensoriali, come luci, rumori forti, gli odori forti così come ambienti densi e caotico. Il soggetto IPERSENSIBILE può elaborare, allo stesso tempo, maggiori quantità di informazioni sensoriali del solito, rendendo questo tratto un ottimo modello evolutivo per raccogliere sottili dettagli ambientali e spunti. Tuttavia, il rovescio della medaglia è che gli IPERSENSIBILI si sentono facilmente usurati, sopraffatti e sfiniti perché sentono ogni singolo dettaglio durante l’interazione con l’ambiente.
Per risolvere tale sovraccarico sensoriale, questi individui hanno bisogno tutti i giorni di un breve momento in cui essere solo, come periodi di sonno più lunghi rispetto alla media delle persone.]
Inoltre, il tratto HS correla (cioè è accompagnato) da qualità come una maggiore percezione, consapevolezza, l’inventiva, immaginazione e creatività.
Neonati umani altamente reattive hanno mostrato frequenze cardiache più elevate fin dall’età fetale rispetto ai controlli. Inoltre, questi bambini attivano risposte motorie più forti alla stimolazione sensoriale, come, rumori ed odori. Quando sono posti in ambiente sconosciuto, tendono a piangere più del solito. Nello stesso senso, più elevati livelli di cortisolo salivare sono stati trovati in bambini inibiti, testati a casa o in laboratorio. Inoltre mostrano maggiore attività nell’emisfero destro del cervello e del sistema nervoso vegetativo.
La soglia inferiore di reattività a luoghi sconosciuti si riflette come iperattività limbico, in particolare l’amigdala e le sue proiezioni per l’ipotalamo.
È interessante notare che, i soggetti IPERSENSIBILI hanno più probabilità di possedere una struttura corporea composta in prevalenza di massa magra, il viso stretto e gli occhi azzurri.
Diversi studi suggeriscono che l’IPERSENSIBILITA’ viene ereditata e che una persona ipersensibili ha avuto almeno uno dei due genitori con questo tratto.
Se questo tratto non viene riconosciuto precocemente e valorizzatro al meglio, è noto che i bambini altamente ipersensibili diventano irritabili, inibiti, isolati e che la caratteristica diventerà evidente solo in adolescenza e in età adulta.

Tratto da: Rizzo-Sierra CV, Leon-S ME, Leon-Sarmiento FE. Higher sensory processing sensitivity, introversion and ectomorphism: New biomarkers for human creativity in developing rural areas. J Neurosci Rural Pract 2012;3:159-62