Cookie Consent by PrivacyPolicies.com
search slide
search slide
pages bottom

Progetto Bioenergetica e Mindfulness – Politecnico Milano

Progetto Bioenergetica e Mindfulness – Politecnico Milano

Nell’Anno 2015-2016 ho avuto il piacere di proporre, al Politecnico di Milano, un Progetto che univa Bioenergetica e Mindfulness, due pratiche che mi appassionano e in cui sono specializzata.

La Via per Prevenire lo Stress

E’ un Progetto che si è svolto in 6 incontri.

Abbiamo scelto il momento della pausa pranzo perché ci è sembrato quello più congeniale al rilassamento e perché, i partecipanti avrebbero potuto, in seguito, sperimentarne i benefici anche nelle restanti ore di lavoro.

Hanno partecipato al Progetto Bioenergetica e Mindfulness: docenti, assistenti e personale amministrativo.

L’unione di Mindfulness e Bioenergetica

La MINDFULNESS è un’esperienza basata sulla pratica della meditazione di consapevolezza.

Consente di liberarci dagli schemi di pensiero abituali, di aprirci a nuovi modi di percepire e di interagire con noi stessi e gli altri.

Il punto di partenza è l’osservazione delle sensazioni, delle emozioni e dei pensieri che di volta in volta attraversano la nostra mente.

Praticarla ha diversi effetti benefici sulla mente e sul corpo.

Influisce positivamente sul funzionamento e sulla struttura del cervello. Inoltre, ne traggono giovamento anche il sistema immunitario ed endocrino come dimostrato da diverse ricerche scientifiche.

La BIOENERGETICA è una tecnica psico-corporea che usa esercizi fisici, respiratori e movimenti.

I movimenti (diversi da quelli di yoga e pilates) sono utili a sciogliere le tensioni, sia muscolari che emotive. La bioenergetica lavora “riprogrammando” il nostro sistema neuromuscolare, facilita lo scarico delle tensioni croniche e aiuta a ristabilire l’equilibrio mente-corpo.

INSIEME, queste due tecniche sono un valido e potente strumento nelle nostre mani per abbassare i livelli di stress e ritrovare equilibrio psico-fisico e serenità.

Gli Effetti della Mindfulness

La Mindfulness,  o meditazione terapeutica,ha dimostrato scientificamente di ridurre: i livelli di stress psicologico (Williams K. A. et al., 2001), l’ansia soggettivamente percepita (Shapiro et al., 1998), sintomi fobici e difficoltà di addormentamento (Walsh e Shapiro, 2006), la depressione (Grossman et al., 2010), la rabbia (Anderson et al., 2007), la ruminazione ideativa (Jain et al., 2007), la disorganizzazione cognitiva (Speca et al., 2000), i sintomi di evitamento in un disturbo post-traumatico (Branstrom et al., 2010). Inoltre sono evidenziabili miglioramenti nella qualità della vita (Koszycki et al., 2007) e nelle capacità di empatia (Shapiro et al., 1998), di perdono (Oman et al., 2008), di spiritualità (Astin, 1997), di senso di coesione del sé (Weissbecker et al., 2002), e di capacità di compassione (Lutz et al., 2008).

Può, inoltre, aiutare le persone impegnate nel mondo del lavoro, indipendentemente dal ruolo che ricoprono, a sentirsi soddisfatte di sé e capaci di affrontare le situazioni diminuendo notevolmente il senso di stress percepito, con ricadute positive sulla salute e la vita privata.

Può inoltre avere un eccezionale impatto sulla cultura del luogo del lavoro.

Non a caso, aziende come Google, Procter & Gamble, Raytheon, Unilever, Nortel, Yahoo, Apple e tante altre negli USA offrono oggi corsi di Mindfulness ai loro dipendenti. Questo fenomeno si sta diffondendo anche in Europa.

L’Associazione di Mindfulness ed Esercizi di Bioenergetica

Lo stress, cronico o momentaneo, si somatizza nel corpo attraverso blocchi muscolari specifici che limitano la respirazione, la mobilità del corpo e l’espressione delle emozioni. Spesso siamo totalmente inconsapevoli di ciò finché non arriva un dolore o un trauma a ‘risvegliarci’.

Gli esercizi di Bioenergetica hanno lo scopo di permetterci di sentire il corpo e sciogliere le tensioni croniche.

Rendono inoltre il corpo nuovamente carico e vitale. E sono anche un’ottima preparazione per la pratica della Mindfulness.

Tensioni muscolari o spasticità in qualsiasi parte del corpo influiscono sulla respirazione. La respirazione, infatti, è un’attività che prevede l’uso totale del corpo. Se tali tensioni sono predominanti nei muscoli superficiali del corpo, il risultato è una globale rigidità tanto a livello fisico che a livello psicologico. La rigidità provoca anche una mancanza di integrità su entrambi i livelli.

Gli esercizi di Bioenergetica mirano a sciogliere le tensioni muscolari croniche del corpo e a ristabilire la naturale mobilità ed espressività dell’organismo.

Ogni tensione muscolare, sia essa cronica oppure generata da uno stress temporaneo di qualsiasi genere e gravità è un “buco” nella nostra capacità di sentire il nostro corpo, quindi di percepire noi stessi.  Il corpo di ogni persona può essere rappresentato come una mappa dei ‘buchi d’identità’ che lo caratterizzano. Si tratta di una mappa delle parti bloccate, insensibili e tagliate fuori dalla percezione.

I risultati del Progetto Bioenergetica e Mindfulness

Al termine di questo progetto, siamo stati felici di verificare risultati molto positivi.

Il 100% dei partecipanti ha riscontrato beneficio dalla pratica associata di Esercizi di Bioenergetica e Mindfulness integrati.
In particolare lo stress percepito – in una scala da 1 a 10 – dopo le sessioni di pratica, in gruppo o a casa, si riduce in media di ben 3 punti.

Se ti è piaciuto questo Articolo, potresti apprezzare anche questo: Gli Esercizi di Bioenergetica: Una via contro lo Stress

E, se sei interessato all’Alta Sensibilità, ti consiglio il mio Libro a riguardo: Il dono delle persone sensibili